gallery/sabordamazonia2

Informazioni riservate a medici e farmacisti
ai sensi della legge 111 del 27/1/92, art. 6, comma 2.

 


Nome prodotto: VigorMix

gallery/vigormix 1
gallery/senzacoloranti
gallery/senzaconservanti
gallery/senzazucchero
gallery/fotolia_12392024_xs

 

Ingredienti:
Guaranà (Paullinia Cupana); Catuaba (Erythroxylum catuaba); Ginseng Brasiliano (Pfaffia Paniculata);  Marapuama (Phichopetalum Olacoides); Maca del Perù (Lepidium Meyenii); dolcificandi a base di Cacao solubile ed eccipienti naturali.

Formulazione:
VigorMix è composto da 5 piante, universalmente conosciute per il maggiore effetto energetico al mondo.
Tranne la Maca (originaria del Perù), gli altri prodotti provengono esclusivamente dalla foresta Amazzonica, dove crescono in modo assolutamente naturale.
Nell’insieme la miscelazione offre un potente energetico, indicato sia per l’uomo che per la donna e adolescenti sopra i 16 anni di età. Le virtù del VigorMix sono innumerevoli ma principalmente si avverte un netto miglioramento della propria performance fisica, mentale e sessuale; infatti VigorMix è particolarmente indicato nei casi di impotenza o inappetenza sessuale di entrambi i sessi.
Essendo molteplici le proprietà del VigorMix, vi rimandiamo alle indicazioni riportate per ogni singola pianta che lo compone.

Modalità d’uso:
Miscelare un misurino dosatore in acqua e berlo al mattino possibilmente a digiuno.
Nel caso utilizzate il Grano di Venere come prima colazione, potete aggiungere un misurino di VigorMix alla vostra miscela con latte.

Dose:
E’ sufficiente un misurino al giorno e non superare in nessun caso questa dose!
L’effetto di VigorMix si nota da subito entro questo dosaggio; superarlo, non da l’effetto desiderato, ma può creare disturbi!
Se non ci sono particolari esigenze,  sospendere per circa 10 giorni l’assunzione dopo due mesi continuativi.

Raccomandazioni:
L’assunzione di VigorMix e sconsigliata ai ragazzi al di sotto di 16 anni. Alle donne in stato di gravidanza e di allattamento. In presenta di forte ipertensione e aritmia.
Evitare l’assunzione del prodotto nelle ore pomeridiane e serali!
Non superare mai la dose giornaliera.


Componenti e loro funzioni

Nome comune: Guaranà
Nome scientifico: Paullinia Cupana
Origine e provenienza: regioni Amazzoniche del Brasile
 
Il Guaranà è un vigoroso arbusto rampicante che cresce nella Foresta Amazzonica.  I suoi frutti, di un rosso vivace, contengono dei semi dalle ormai note proprietà nutritive e medicinali.  
Gli Indios, che usano quotidianamente il Guaranà da tempi remoti, lo soprannominarono "elisir di lunga vita".
Il Guaranà è uno stimolante naturale grazie al suo contenuto di xantine.  Queste includono principalmente la guaranina (caffeina naturale), la teobromina e la teofillina. Seguono, seppure in percentuali inferiori, altre sostanze puriniche, una varietà di vitamine e di unità proteiche vegetali.  
Il Guaranà contiene più caffeina del caffè o del tè, ma la presenza di altri componenti e la conseguente interazione sinergica fanno sì che l'organismo la utilizzi nell'arco della giornata, senza subire i tipici effetti della sola caffeina.   
Pertanto, il Guaranà ha un effetto stimolante sul sistema nervoso centrale e su quello cardiovascolare ed ha proprietà toniche ed astringenti, soprattutto sull'intestino.
Inoltre è utile contro l'invecchiamento, poiché interagisce con i sistemi enzimatici, che provocano stati depressivi tipici dell’età avanzata.
Il Guaranà è anche un efficace rimedio nella prevenzione dell'arteriosclerosi poiché stimola il fegato a produrre HDL (il cosiddetto colesterolo "buono").
 
Il Guaranà ha i seguenti benefici:
Astenia; ipotensione; disturbi della circolazione periferica; gonfiore; intestino irregolare (diarrea, stipsi, infezioni intestinali); cellulite; obesità; attività fisica o sportiva; attività mentali; disturbi dell’età avanzata; nevralgie ed emicranie

Controindicazione: Nessuna accertata

Nome comune Catuaba
Nome scientifico: Erythroxylum Catuaba
Origine e provenienza: regioni Amazzoniche del Brasile

Il Catuaba gode di  fama e prestigio in tutto il Brasile perché è considerato un valido aiuto nella cura dell'impotenza funzionale di entrambi i sessi (indicazione già raccolta  dagli Indios Tupi-Guarani'). Infatti, nello stato Brasiliano di Minas si dice: "Per un padre, fino all’età di 60 anni, il figlio  è il proprio, dopo tale età il figlio è del Catuaba". Indubbiamente la più famosa tra tutte le piante afrodisiache del Brasile, il Catuaba è stato apprezzato dalla popolazione locale per generazioni.  
La corteccia del Catuaba agisce come stimolante del sistema nervoso, soprattutto in presenza di un'impotenza funzionale degli organi genitali maschili; è un afrodisiaco innocente può essere usato senza alcun effetto collaterale". Il Catuaba è anche uno stimolante del sistema nervoso ed un potente rivitalizzante.  
I costituenti chimici presenti nel Catuaba includono alcuni alcaloidi, tannino, olio aromatici e resine grasse, fitosteroli, flavonoidi e molti altri elementi. Ad alcuni di questi elementi, trovati nella corteccia, uno studio del 1958 ha attribuito proprietà antibatteriche ed anti-cancerogene.
Studi più recenti hanno confermato le proprietà antibatteriche del Catuaba, e ne hanno messo in evidenza anche l'azione antivirale. Uno studio del 1992, ha dimostrato che il Catuaba era efficace contro le infezioni da Escherichia coli e Staphilococcus aureus, oltre a inibire significativamente l'assorbimento dell'HIV.
Altri studi, nel 1997 e nel 2000, hanno riportato come la corteccia del Catuaba avesse proprietà analgesiche e di dilatatore vascolari.

Il Catuaba ha i seguenti benefici:
Impotenza; neurastenia; ipocondria (riduce l’ansia); insonnia (di origine nervosa); convalescenza;  memoria debole; nevralgie; reumatismo cronico; vasodilatatore; vasorilassante

Controindicazione: Nessuna accertata

Nome comune: Ginseng Brasiliano o Suma
Nome scientifico: Pfaffia paniculata
Origine e provenienza: regioni Amazzoniche del Brasile

Il Ginseng, conosciuto anche con il nome di Pfaffia paniculata é un arbusto con un intricato e profondo sistema di radici. Gli indigeni dell'Amazonia utilizzano il Ginseng da generazioni per un largo campo di utilizzo: come energizzante, afrodisiaco, ringiovanente, come tonico in generale ma spesso come tonico rinvigorente sessuale. Anche oggi, l'utilizzo del Ginseng é perlopiù nei prodotti tonici, afrodisiaci e adattogeni. Il Ginseng é quindi in grado di aumentare la resistenza alla fatica, di aumentare la capacità di concentrazione e come immuno-stimolante in grado di trattare l' affaticamento psico/fisico. Le sue proprietà, sono da ricondursi all'alta concentrazione di aminoacidi (circa 19), eletroliti, minerali, ferro, magnesio, zinco, vitamine A, B1, B2, E, K, e acido pantotenico. La radice contiene anche acido pfaffico, saponine (più dell 11%), glicosidi e nortriterpeni. In fitoterapia le saponine da pianta sono conosciute per avere un ampio spettro di attività compreso un generale abbassamento del colesterolo.
Il Ginseng ha i seguenti benefici:
Adattogeno; Tonico; ossigenazione delle cellule; stimolazione dell’appetito e della circolazione sanguigna; aumento della produzione degli estrogeni; immuno-stimolante; rafforza il sistema muscolare; aumenta la memoria; aumenta il tasso di testosterone; interviene positivamente nel sistema cardiovascolare; colesterolo;  inoltre, sono in corso studi sugli effetti contro il cancro.

Controindicazione: Nessuna accertata

Nome comune: Marapuama o Muira Puama.
Nome scientifico: Phychopetalum olacoides,
Origine e provenienza: regioni Amazzoniche del Brasile
 
Diverse popolazioni native del Brasile usano da secoli la Marapuama  per aumentare la virilità, per combattere l'impotenza, per contrastare lo stress, per stimolare il sistema nervoso e per mantenere un buono stato di salute generale.
 La Marapuama è uno dei rimedi botanici più attivi tra quelli provenienti dalle foreste amazzoniche.
La Marapuama è un tonico nervino ed un rimedio per l'impotenza.  
Riguardo l'impotenza, può essere combinata con la Catuaba, Il Ginseng, il Guaranà e la Damiana. Queste cinque erbe sono in uso presso le popolazioni indigene delle regioni amazzoniche per le loro qualità energizzanti, adattogene, toniche e afrodisiache.
La principale proprietà della Marapuama è quella di afrodisiaco ma essa viene anche usata come antidissenterico, antinevralgico ed antireumatico, nel reumatismo cronico.
E’ un eccellente tonico del sistema nervoso centrale, aumenta l'appetito e favorisce la digestione.  Pertanto è utile negli stati di depressione, di stanchezza nervosa e di stress accompagnati da inappetenza.

La Marapuama ha i seguenti benefici:
Stimolante; digestivo; inappetenza; dispepsia; antireumatico; antinevralgico; neurotonico; astenie gastrointestinali; problemi circolatori; dismonorrea e problemi mestruali; depressione nervose; problemi di calvizie.

Controindicazione: Nessuna accertata

Nome comune: Maca del Perù
Nome scientifico: Lepidium Meyenii                     
Origine e provenienza: Ande del Perù

La Maca  si presenta come una radice tuberosa avente tipica forma a pera, diametro fino a 8 cm e viene raccolta subito dopo aver raggiunto la maturità, vale a dire dopo un periodo di circa 7-10 mesi dalla semina. La sua capacità di resistenza ed adattabilità al gelo ed al freddo le permettono di crescere ed essere coltivata sulle Ande sin dai tempi degli Incas, ad altitudini di 3500/4200 metri sul livello del mare.   
La Maca viene usata dalle popolazioni Andine da secoli come poderoso ricostituente fisico, mentale e sessuale.
Le sue virtù nutrizionali e medicamentose erano note già agli Incas, che consideravano la Maca un dono degli dei, riservato a guerrieri e sacerdoti.
La qualità proteica dei tuberi di Maca è eccellente grazie all'alto contenuto in amminoacidi essenziali,  e agli altri componenti presenti:
aminoacidi essenziali (Ac. Aspartico, Ac. Glutammico, Serina, Glicina, Istidina, Treonina, Cisteina, Alanina, Arginina, Tirosina, Fenilalanina, Valina, Lisina ); lipidi  (acido linolenico, acido palmitico e acido oleico); carboidrati; minerali (ferro, iodio, calcio, fosforo, magnesio e zinco); vitamine (B1, B2, B12, vitamina C, vitamina E); composti secondari di varia natura (fitosteroli, glucosinolati aromatici, alcaloidi acidi grassi polinsaturi); valore energetico (Kcal/100gr) : 409 - valore energetico (Kj/100gr) : 1711
 
Viene definita adattogena per la sua capacità di promuovere la resistenza e fornire un miglioramento della vitalità nell’individuo.
La Maca è un ottimo integratore per gli sportivi, anche in relazione al contenuto di ferro e per chi compie sforzi fisici in alta montagna, dove la minor quantità di ossigeno è compensata da una maggior produzione di emoglobina.  
E’ consigliata inoltre nei soggetti debilitati o in convalescenza, per chi svolge un'attività intellettuale impegnativa o per superare momenti di particolare stress psicofisico.
Favorisce la lucidità mentale, stimola l'attività cerebrale e la memoria.
Agisce come coadiuvante nel trattamento delle anemie di media entità. La Maca è conosciuta, inoltre, come afrodisiaco e  utilizzata contro la sterilità.
Studi recenti hanno evidenziato anche la presenza di principi attivi implicati più direttamente nel miglioramento della fertilità sia maschile che femminile, poiché agendo sull’ipotalamo, nella donna  stimola la produzione di ormoni femminili e, nell’uomo migliora il volume e la qualità degli spermatozoi.
 
Il Maca ha i seguenti benefici:
Anti fatica; afrodisiaco; nutritivo; immunostimolante; tonico; antisterilità; antistress; rivitalizzante; chiarezza mentale; sindrome da fatica cronica.

Controindicazione: Nessuna accertata